Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
Novembre 2006

30 novembre 2006
CTHULHU

863

Ecco cosa succede a voler disegnare i Grandi Antichi in modo semplice!
Ah, una raccomandazione: anche questa vignetta andrebbe vista in homepage!

Commenti (0)



29 novembre 2006
ZAK!

862

Ecco un altro autore di Nuvolelettriche: Zak!

Commenti (2)



28 novembre 2006
FIOCCO

Cadeva lentamente dal cielo
abbandonato a se stesso
da un destino beffardo
e benigno.
Cadeva lentamente dalle nubi
e scivolava nel blu
tinto di quel colore oscuro
che assumono tutti i sogni
al risveglio.
Cadeva lentamente al suolo
e rifletteva su se stesso
quel povero fiocco di neve
solitario in questa stagione
e formatosi per il volere
di chissà quale divinità.
Cadeva lentamente dalle stelle
e rifletteva sulla sua unicità
destinata a svanire
al sole del giorno dopo
quando il mondo di sarebbe svegliato
e di lui sarebbe rimasto
soltanto il ricordo
di quel volo infinito
giù dal cielo
giù dalle nubi
verso il suolo
giù dalle stelle
fino a diventare tutt’uno
con la rugiada del mattino.
Siamo tutti rugiada nel mattino
che aspettiamo soltanto
la caduta di un fiocco
su di noi
per volgere lo sguardo alle stelle
e volare via
lontano.
Siamo tutti rugiada nel mattino
con la speranza che domani
il sole scaldi ancora
tutte le nostre speranze
e sciolga via le paure
cadute nella notte, dal buio
di un sogno ricorrente.
Ciao,
fiocco di neve prematuro
venuto da chissà dove
e chissà dove andrai.
Ciao,
fiocco di neve gelato
che porti con te
tutte le spezie d’oriente
con quel tuo volo benedetto
e baciato dal fato.
Addio,
fiocco di neve disciolto
serberò il ricordo di te
nel più profondo dei miei occhi
per poterti ammirare ancora,
domani.

Commenti (7)



28 novembre 2006
POSTUMI

861

Giuro che non è vero! Cioè!
La vignetta di oggi contiene la lettera T. Cos'è? Il gioco di NE! Per maggiori informazioni: www.plunk.splinder.com

Commenti (0)



27 novembre 2006
STANCHEZZA

E' possibile restare indifferenti all'indifferenza?
E gioire della gioia altrui?
E' più semplice essere semplici, o più difficile fare i difficili?
L'animo umano è come una partita di poker giocata in un campo di golf, con il tavolo verde posto in mezzo al green. Fuori tempo e fuori luogo. Una partita destinata ad essere interrotta da un giocatore esterno ed estraneo alla nostra volontà, alle nostre strategie, ai nostri desideri. Una partita destinata a perdere, come un vuoto a rendere, come un lento scivolare sul piano inclinato della morte per noia.
Lasciate il pessimismo agli ottimisti, e l'ottimismo ai pessimisti. La realtà sta nel mezzo, quel grigio sbiadito tinto di nero pallido e bianco scuro, quel grigio svanito come la speranza in un futuro peggiore. Lasciate lo stoicismo agli storici, e guardate al futuro come se non dovesse mai realizzarsi. Come se non potesse mai apparire. Come se non volesse essere vostro.
E' possibile l'impossibile? Probabile. E l'improbabile? Possibile. L'incredibile? Non esiste. Non credo, almeno. Come la religione. C'è chi crede, e chi no. Basta. Ovviamente è anche possibile fingere sia l'uno che l'altro, ma alla fine il risultato sarà sempre uno.
Una pallina da golf in testa.

Commenti (4)



27 novembre 2006
ALBO!

860

Continuiamo la carrellata di omaggi ai disegnatori di Nuvolelettriche! Oggi è il turno di Albo!
Ricordo che tutti i disegni sono presi dall'annuario di NE! Mitico!

Commenti (3)



26 novembre 2006
COCA

859

E' una dura sfida... ma la pepsi vince!

Commenti (8)



25 novembre 2006
CIEMMERRE!

858

Lasciate che vi presenti alcuni disegnatori di Nuvolelettriche: partiamo quindi con la grande Ciemmerre!
P.S. Tutti i disegni delle prossime strissie provengono dalla mia copia personale dell'annuario di NE.


Commenti (3)



24 novembre 2006
NO IMAGE III

857

S'era già capito che mi piacciono le meta-vignette?

Commenti (1)



23 novembre 2006
NO IMAGE II

856

Ma si... ricicliamo và! Ed un saluto a Douglas Adams, uno dei miti da sempre!

Commenti (1)



22 novembre 2006
NEURONI IV

855

Fine, per ora, delle strissie del Cervello. Ancora grazie, Artemide. Questa è dedicata a te!

Commenti (7)



21 novembre 2006
NEURONI III

854

Terza parte...

Commenti (0)



20 novembre 2006
NEURONI II

853

Continua la saga del Cervello...

Commenti (2)



19 novembre 2006
NEURONI I

852

Lasciate che ringrazi Artemide dell'ispirazione per questa striscia e le successive... sei una vera e propria musa!

Commenti (2)



18 novembre 2006
NO IMAGE I

851

Improvvisazione...

Commenti (4)



17 novembre 2006
STRIP 337

850

Grudge ha lasciato segni indelebili...

Commenti (5)



16 novembre 2006
HARVEY DAY

849

Oggi è l'Harvey Day. Maggiori informazioni su: www.albonet.org

Commenti (2)



15 novembre 2006
STRIP 335

848

Un termine informatico per una battuta stupidissima...

Commenti (7)



14 novembre 2006
STRIP 334

847

Maggiori informazioni: www.alsi.it.

Commenti (0)



13 novembre 2006
RUBEN SPERA - CERCO CONTATTO

Aveva tanti modi per avvicinarvisi. Avrebbe potuto compiere dei circoli fluttuando in mille evoluzioni in aria, oppure puntare direttamente verso di essa. Avrebbe potuto fingersi disinteressata e tergiversare in un percorso dubbio concedendosi continue pause, oppure volgere in quella direzione senza mai spostare lo sguardo da essa. In realtà doveva ancora capire se era veramente interessata ad avvicinarvisi, ma in questo momento il problema era secondario. Adesso, il vero problema era convincere tutte le "altre" ad andare in quella direzione, ad andare verso di lei. Doveva parlare bene di lei. Doveva essere convincente. Doveva farlo, perchè era questo che tutte si aspettavano da lei.
Nessuno se lo aspetta, ma è un dato di fatto. E' veramente dura la vita delle mosche, quando si trattava di andare verso una merda.

Due canzoni sono più che sufficienti, per definire questo demo. Basi campionate in sottofondo, ed una semplice linea melodica scandita da una chitarra che cerca continuamente di trascinare l'ascoltatore in ritmi da canzoni da spiaggia estive. "Cerco contatto" è il titolo di questo lavoro di Ruben Spera, registrato ad inizio 2006. Due canzoni, dicevo, con nessuna pretesa specifica se non quella di condire un'atmosfera di tranquilla inconsistenza con testi semplici e abbastanza banali, il tutto con l'aggiunta di effetti sulla voce che dopo un po' iniziano a stancare. La struttura dei brani è lineare, ripetitiva, quasi ossessiva nel suo dipanarsi secondo dopo secondo, minuto dopo minuto, fino a giungere alla tanto agognata conclusione. Le melodie dopo il quarto ascolto iniziano a fermarsi, a restare in testa, a rimbalzare da una parete all'altra del cervello, ma non per la loro qualità quanto proprio per quell'ossessiva ripetitività già accennata prima. Le idee ci sono, ma sono sviluppate in modo talmente semplice che non lasciano all'ascoltatore quella voglia di ripetere il play una volta ancora, come invece accade a tutti i tormentoni estivi di cui le due presenti canzoni sono un palese nipote rinnegato e dimenticato. Le idee ci sono, dicevo, ma è l'originalità e la voglia di staccarsi da quanto si è già sentito mille volte che manca. Sempre che, in effetti, sia quello che si vuole realmente ottenere...

Alla fine, aveva ceduto. Piuttosto che tessere le lodi di quel miraggio lontano per l'ennesima volta, aveva preferito dire a tutte la verità. Aveva raccontato a tutte le mosche che quella merda era, in effetti, una merda. Nulla più. Certo, le mosche vivono nelle merde. E alle mosche piacciono le merde. Ma non per questo, bisogna dire che una merda è un diamante. Giammai. Anche se a volte, è proprio dalle merde che i diamanti germogliano.

Tracklist:
1) Cerco contatto
2) Stasera

Commenti (1)



13 novembre 2006
STRIP 333

846

Ho già detto "Sarah Michelle Gellar"? Si?

Commenti (4)



12 novembre 2006
PARTITA DI CALCIO

Tutti gli sguardi sono fissi in quella direzione. Tutti gli sguardi sono catturati, rapiti, come incantati. Seguono ogni mossa, ogni accenno, ogni singolo respiro come se fosse l'ultimo. Gli animi si accendono, si scaldano, si incitano l'un l'altro facendosi scudo delle convinzioni altrui e assumendo un'unica forma, un'unica posizione, un unico pensiero. Questa, è la magia di una partita di calcio.
Raramente si assiste a spettacoli di questo genere. Menti distinte che diventano una, persone normalmente distinte e distaccate trovano come d'incanto quel punto d'incontro che non avrebbero mai immaginato di possedere. Quando, altrimenti, possono capitare occasioni di questo genere? Forse in un locale, la sera, quando entra una ragazza talmente bella da attirare magneticamente tutti gli sguardi degli uomini presenti. E ciascuno di loro, dopo aver ammirato quello spettacolo paradisiaco, si ritroverà a guardare un altro uomo che sta provando quello che lui stesso ha provato solo pochi secondi prima, scoprendosi vulnerabile ma allo stesso tempo simile a tutto il genere umano maschile.
Una partita di calcio è tutto questo, una partita di calcio è però allo stesso tempo molto di più. Una partita di calcio è lo scontro tra culture differenti come potevano essere Sparta ed Atene più di duemila anni fa. Una partita di calcio è una metafora del sistema eliocentrico copernicano, con tutti quei pianeti che si muovono in traiettorie attorno a quella sfera centrale che è il pallone dio sole. Una partita di calcio è una birra ed una manciata di popcorn da consumare insieme agli amici, la sera, davanti ad un televisore che può essere in casa come al bar o in un pub. Una partita di calcio è un paio di occhiali che ci permette di vedere l'intera vita con lenti differenti, a seconda del nostro grado di dipendenza e mancanza di diottrie. Una partita di calcio è un matrimonio di una vita intera, con pausa tra primo e secondo tempo inclusa. Una partita di calcio è un'utopia, un pensiero, un ideale singolo che si accumula minuto dopo minuto fino a diventare un sogno di massa, una visione onirica che finirà soltanto col fischio finale del giorno del giudizio.
Avete mai assistito ad una partita di calcio? E' un po' come assistere alla nascita di un pensiero nella mente di Alfred Einstein, il fratello minore e maledetto del grande genio del novecento. E' come guardare la schiuma della birra che sale lentamente, si assesta, grumosa e densa come solo poche birre possono averla, e finalmente è formata, lì davanti ai vostri occhi, e sopporterebbe anche il peso di un centesimo da quanto è corposa. E' come indossare un maglione di lana nel freddo abbraccio invernale, con la neve che scende tutto intorno a noi, con i suoi fiocchi gelati tutti diversi fra loro ma comunque tutti ugualmente freddi.
Assistere ad una partita di calcio è come tutto questo e molto altro ancora. Ciascuno riesce come per incanto ad aggiungere alla magia di quei novanta minuti tutta l'esperienza dei propri anni vissuti finora, e a trasmetterla a chi ha di fianco. Cosa piace, a me, di una partita di calcio? Che come tutte le belle cose, prima o poi finisce. E l'unica cosa che ti rimane dopo, è la gioia di averla vissuta. Vincente o perdente, in fondo, nemmeno importa. E' il percorso in mezzo, che fa la differenza. Come la vita, come la morte.
Amen, e tutta quella sguana.

Commenti (0)



12 novembre 2006
STRIP 332

845

Un anno di partecipazione a Nuvolelettriche!

Commenti (2)



11 novembre 2006
STRIP 331

844

Sarah Michelle Gellar, stiamo arrivando. Crrrrrr crrrrr crrrrrrrrrrr...

Commenti (2)



10 novembre 2006
STRIP 330

843

Specchio riflesso...

Commenti (1)



9 novembre 2006
STRIP 329

842

Questa è un po' per informatici, ma è successa davvero...

Commenti (2)



8 novembre 2006
STRIP 328

841

Che bello tornare alla normalità, dopo l'avventura di 24 Hour Italy Comic...

Commenti (0)



7 novembre 2006
STRIP 327

840

Eccoci giunti infine al termine di questo lungo viaggio. Spero vi sia piaciuto.
Ripeto qualche spiegazione, se non le aveste ancora capite. Aggiungo una sorpresa. E vi lascio un gioco.

In ogni tavola è nascosto un messaggio, e la chiave per trovarlo è la scritta che compare in fondo ad ogni tavola. Il messaggio è nascosto nella frase pronunciata dal personaggio che nelle prime tavole è al centro (che poi sarei io). Per semplicità, visto che le chiavi sono sempre diverse e lo scopo era puramente didattico, ho nascosto in ogni frase sempre lo stesso messaggio segreto: "NUVOLELETTRICHE".
In più, prendendo la prima lettera di ogni fumetto pronunciato dal personaggio con la barbona, si ottiene il messaggio "TWENTYFOUR HOUR ITALY COMIC", che poi è anche il titolo che ho dato al fumetto.
Ok, ho nascosto anche un altro messaggio, ma questo non lo svelerò.

P.S. La tavola di oggi, consiglio, va vista sul sito.

Commenti (0)



6 novembre 2006
STRIP 325

839

La fine è vicina, e la rivelazione definitiva anche...

Commenti (0)



5 novembre 2006
STRIP 324

838

Un saluto a tutte le Nuvole Elettriche!

Commenti (0)



4 novembre 2006
STRIP 323

837

Oramai siamo agli sgoccioli...

Commenti (0)



3 novembre 2006
STRIP 322

836

Piccola parentesi...

Commenti (0)



2 novembre 2006
STRIP 321

835

Pentacolo! Pentacolo!

Commenti (0)



1 novembre 2006
STRIP 320

834

Inizia Novembre...

Commenti (0)


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1