Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
3 Gennaio 2012
STEGANOGRAFIA METALLORUM

Confesso: mi ha sempre affascinato la figura di Tritemio. Sono, fin da piccolo, sempre stato attirato dalla possibilità di nascondere – io che credo proprio di essere più schivo di altri, proprio io – un qualche secondo messaggio dentro un primo testo. Tritemio offre numerosi esempi di come poter fare, esempi che i luminari della sua epoca non compresero affatto e che sono scritte nella «Steganographia» in un modo che folle di lettori non potessero comprendere, ma mi affascinava il credo di creare qualcosa di nuovo: e allora, partendo dal primo verbo, considerato buono, il messaggio segreto è un qualcosa che si ottiene scartando tante parole quante sono – di fatto, al malvagio che non sappia contare correttamente questo sarà ed è: miracolo divino – le lettere dell’ultima parola valida.

Spaventato? Non devi. Un messaggio in codice è come esalare sospiri. Fai un sospiro. Fallo bene. Fanne seguire altri, ancora. Fai come se il bene più prezioso svanisse improvvisamente, perché è così che funziona. Guardami. Sono io, sempre lo stesso nonostante gli anni passati, che adesso mi addormento e vergogno, mi sdraio e sogno. La tua fragile coscienza, di colpo da me distante, non ci separa più. Credi forse di essere così differente? Mi illudo se credi a cosa dico: sei come un bambino, un piccolo infante illuso dai suoi sogni, dalle mie parole. E cadi quindi in quell’onirico stato perduto che, adesso, precede la veglia.

Anche un fiore scava nel terreno per mettere radici, nel magma di quel giardino perduto che gli donerà la vita, quando niente di sicuro è casa. Quando il vento, mia forza e luce e speranza, non gli faccia più urlare tutta la rabbia racchiusa nello stelo. Quando il vento smetterà finalmente di soffiare, i forti tuoi petali lentamente socchiuderanno gli occhi, e allora capirai. Tutti insieme vedranno – vedrete – il significato nascosto di questo mio sogno. Il sapere è suo. Di chi? Mi volto e sorrido: mi illudo che il sapere del suo segreto rifletta lo sguardo che respira in te. Hai finalmente compreso? La verità è sua, è tua: una maschera fatta di sospiri che giungono silenziosi nel sonno, di notte, sotto pelle, e sussurrano piano alla terra morta il loro terribile mistero.

Spaventato? Dovresti. Perché in un mondo nascosto alla luce solare, saperlo è come morire. Conoscere certi segreti, uccide. Ed è ora che tu comprenda: comprami un sonnifero, e dimenticheremo tutto insieme. Per sempre.

[Commento lasciato da isetea il 19 Gennaio 2012, 23.39]
Complimenti, il messaggio è intrigante.
Secondo me UN PICCOLO dovrebbe sparire e comparire ...il vento FORTE, mia forza...
Forse mi è sfuggito qualcosa, alla fine...

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 3, 4, 4 del codice M1ln
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1