Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
Luglio 2002

20 luglio 2002
G8

Qualcosa da un anno a questa parte è cambiato. A cominciare da me stesso.
In occasione dell'anniversario di quanto successe un anno fa in Piazza Alimonda durante i 3 giorni del G8 a Genova, quest'oggi si è svolta una manifestazione per non dimenticare e per continuare la protesta nei confronti della cosiddetta "globalizzazione". E come l'anno scorso, non potevo mancare. Volevo essere presente, non tanto per protestare, ma anche solo per poter essere lì a vedere con i miei occhi la verità senza aspettare dei terzi che me la raccontino magari distorcendola a loro piacimento.

Quest'anno ho preferito recarmi in loco utilizzando il treno, e sono partito da Rapallo alle 10.51 del mattino. Vestito completamente di nero (a parte le solite inevitabile scarpe da ginnastica bianche), con una maglietta del DISI su cui spiccava il nome Pazuzu, una barba a ricordo di un anno fa e, a differenza di un anno fa, con i capelli nettamente più corti.
Ho incontrato Alf in stazione e siamo andati insieme alla Casa dello Studente in autobus ove abbiamo studiato un poco e successivamente mangiato in compagnia di Maud. Avrebbe dovuto esserci anche Mirko, ma era a studiare a casa di Geppe e si è fermato là. Alle 14, salutati tutti i presenti, mi sono finalmente diretto alla volta dei punti topici della manifestazione. Strada facendo, in corso Gastaldi ho incontrato Patto e sono salito a salutare Mirko e Geppe che andavano tutti insieme al mare in una spiaggetta oltre Savona.

Arrivato in Piazza Alimonda ho visto che c'erano veramente poche persone: giusto un centinaio, tra cui i soliti giovani protestanti accampati qua e là sotto gli alberi alla ricerca di un poco d'ombra, famigliole con tanto di bambini al seguito, il tutto condito con anziani dallo sguardo ancora vivo e passeggini di tutti i colori che spuntavano qua e là. E il solito odore di fumo che ogni tanto spuntava da angoli apparentemente nascosti, ma che paradossalmente diventavano impossibili da non notare.
Mi sono diretto verso Brignole e ho incontrato un amico ingegnere che faceva il mio tragitto ma al contrario, e ho potuto continuare a guardare i partecipanti, veramente eterogenei, di questo ritrovo per ora abbastanza scarno. A tutti gli angoli di Corso Invrea c'erano venditori di fiori, magliette e bandiere che inneggiavano a "Essere Giovani Comunisti Dentro. Oggi."(TM)
A Brignole la situazione era la stessa. Poca gente, soliti gruppi di giovani che venivano controllati dalle poche forze dell'ordine che si vedevano in giro. Sono tornato a Piazza Alimonda per dare un'ulteriore occhiata in giro e ho reincontrato l'amico ingegnere (per i posteri si chiama Davide) che tornava indietro.
Ho potuto ammirare da vicino il lato della chiesa che è stato adibito ad altare in memoria di Carlo Giuliani, tutto ricoperto di poesie e fiori che ieri sera non c'erano. Per terra, ove l'anno scorso giaceva il corpo di Giuliani, è stato steso un telo variopinto a simboleggiare la lapide di un ragazzo oramai diventato un simbolo di un movimento. Fiori ovunque anche qui. Fiori per ricordare, fiori per non dimenticare. E su tutti questi fiori, le note di un gruppo musicale che suonava in un angolo della piazza.
Dopo aver visto abbastanza, mi sono diretto verso il Porto Antico. Passando di nuovo per Brignole ho notato come di fosse ulteriormente svuotata e come piuttosto sembrasse che le persone stessero iniziando a dirigersi verso Piazza Alimonda. Ne ho approfittato per prendermi un Pepsi e dissetarmi un poco. La piazza di fronte a Brignole invece era un vero e proprio accampamento di gente che banchettavano e si riposavano sull'erba soffice, stranamente pulita e ben tenuta. Ed anche qui, veramente poche forze dell'ordine qua e là. Salendo per Via XX Settembre ho finalmente capito dove erano tutti i carabinieri ed i poliziotti. Le vie traverse ne erano ricolme, e non solo. La FNAC, Ricordi, Mondadori, Feltrinelli, perfino il McDonald non hanno chiuso i battenti, e di conseguenza le (poche) forze dell'ordine presenti erano piazzate in modo da controllare quelli che potevano essere i punti critici.
Piazza DeFerrari presentava i soliti banchetti con persone che facevano propaganda con i soliti megafoni, poster appesi in ogni posto libero disponibile, e persone di ogni ceto e appartenenza sociale che approfittavano dell'occasionale disordine per poter bagnare i piedi dentro la fontana, miraggio ambito in una giornata qualunque quando il caldo inizia a farsi sentire. Via San Lorenzo continuava ad essere ancora più deserta e le poche persone che vi transitavano mi sono sembrate più turisti capitati a Genova nel giorno sbagliato piuttosto che manifestanti. E la situazione è continuata nell'area del Porto Antico. Desolazione, quasi non c'era anima viva che passeggiava. Non sembrava proprio che fosse un sabato pomeriggio. Unica nota di colore, ho visto da lontano Paola Bonetto (con accompagnatore) seduta su una panchina che mangiava un gelato. Forse approfittava di quell'attimo di pausa per poter ammirare una parte di Genova che normalmente è letteralmente sommersa da turisti e non. In effetti, come darle torto?
Ho quindi deciso di tornare in stazione, ma questa volta passando per i vicoli, che sono risultati essere quasi più deserti delle vie normali. Qui, sul serio, non si vedeva proprio nemmeno un poliziotto. Una volta giunto in Piazza DeFerrari ho visto che c'era più o meno la stessa quantità di persone di prima, e quindi non mi sono soffermato oltre. Scendendo giù per Via XX ho incontrato Nabil che saliva, e abbiamo scambiato due rapide parole e relative opinioni. Via San Vincenzo era come il resto della città: deserta.
Una volta giunto in vista della stazione, esattamente di fronte al palazzo della Telecom, ho fatto l'incontro del giorno. In mezzo ad un gruppo di ragazzi che erano seduti sul marciapiedi aspettando chissà cosa, c'era lui. Teo Mora. Non ho potuto fare a meno di andare a salutarlo, e mi ha confermato quelle che erano le mie impressioni: gente ce n'era veramente meno delle aspettative. Mentre eravamo lì che parlavamo è arrivata la moglie Marina Rui con un altro tipo, e hanno iniziato a parlare di "ministri bastardi da mandare affanculo", "treni che arrivano da Milano con solo 5 persone a bordo", ed altro ancora. Ho scoperto che la manifestazione ufficiale con tanto di corteo sarebbe iniziata alle 18 da Brignole per dirigersi verso il Porto Antico, ma erano le 17.15 ed ero già stanco dato che camminavo sotto il sole da più di 3 ore, e quindi ho salutato e mi sono diretto in stazione.
Mentre aspettavo il treno ho sentito i megafoni che cominciavano ad arrivare nella piazza sotto e ad incalzare la gente. E mentre succedeva tutto questo, la bambina che era seduta nella panchina di fianco alla mia stava scegliendo la suoneria per il cellulare nuovo appena acquistato in compagnia della madre: "faccetta nera" è stata la sua scelta finale.
Come previsto, di quell'aria di guerriglia urbana che l'anno scorso si respirava nella strade come fosse un morbo che si era attaccato ai muri e sulle strade, non resta che un ricordo sbiadito. Un ricordo testimoniato da un altare di fiori eretto abusivamente in Piazza Alimonda, per una delle due vittime di quelle che sono state le giornate del G8 l'anno scorso.

Commenti (0)



5 luglio 2002
TECH-ED 2002 - GIORNO 5

Successivamente siamo andati alla caccia di altri souvenirs: è incredibile come, di giorno in giorno, sia ancora possibile trovarne di nuovi! Abbiamo pranzato in mensa, e abbiamo seguito la conferenza di Don Box per gli Academic.
DEV 208 - Achieving Success with Bog projects: Secrets of Most Successful Developers (by Rafael Lukawiecki): Un sonno atroce, ho rischiato di addormentarmi. Bello il video!
Siamo scappati via dal Tech-Ed per andare a comprare la scacchiera vista il primo giorno, e siamo riusciti ad essere di ritorno per le 16.30. Abbiamo letto la posta e giocato a frisbee negli enormi saloni vuoti, po siamo partiti in autobus alla volta della festa finale del Tech-Ed, che si teneva al Palau Saint Jordi: una delusione! Carina la scenografia, ma la musica era troppo alta e non si riusciva a parlare. Abbiamo quindi deciso di andare via quasi subito (ma dopo esserci riempiti lo stomaco), e siamo finiti passeggiando sopra una piazza enorme dove stavano facendo dei giochi di luce e d'acqua con una fontana enorme. Ci siamo seduti sopra una statua e siamo rimasti lì fino a dopo le 23.
Tornati in albergo siamo ancora riusciti a fare le valigie, stipando in modo incredibile tutto lo stipabile, e poi siamo andati a dormire. Oggi, sveglia alle 6.30 con il servizio automatico del televisore in camera. Avevamo piazzato un bastone verde lungo 36 pollici a metà della porta e così siamo costretti a ballare il Limbo ogni volta che andiamo in bagno. Mi sento un poco stupido, in effetti...

giorno precedente  giorno successivo

Commenti (0)



4 luglio 2002
TECH-ED 2002 - GIORNO 4

La serata di ieri è terminata in un locale caratteristico ove erano riuniti tutti gli Academic. Abbiamo mangiato a sazietà e poi, da bravi italiani, abbiamo giocato a calcetto sfidando varie nazionalità e, ovviamente, abbiamo sempre vinto. Tutto questo nonostante la formazione sul campo da gioco non fosse la classica 1-2-5-3 ma bensì 1-3-3-4. Sono proprio strani questi spagnoli.
Il rientro è avvenuto a mezzanotte circa, e oggi ci siamo alzati verso le 6 (abbiamo appuntamento alle 7 al piano colazione). Sono a pezzi, passo e chiudo.

SEC 307 - Securing Internet Information Services 5.0 (& 6.0) (by Thomas Deml): Un po' di IIS, finalmente! Un po' di ripasso, ma comunque...

giorno precedente  giorno successivo

Commenti (0)



3 luglio 2002
TECH-ED 2002 - GIORNO 3

L'intera giornata di ieri è stata caratterizzata, tra una sessione e l'altra, da una caccia selvaggia ai souvenir che venivano regalati nei vari stand pubblicitari. Memorabile la torre di legno che abbiamo vinto con Maura dopo aver giocato per un'ora davanti ad un numeroso pubblico, battendo anche il record dello stand. Tra i vari gadget vanno ricordate innumerevoli magliette, svariati frisbee, penne a volontà, palloni, calcolatrici, palline, righelli, luci e specchietti.
Dopo tutto questo (e molto di più) siamo tornati rapidamente in albergo (si erano oramai fatte le 21.30) e successivamente siamo andati tutti insieme a mangiare paella in un ristorante in riva al mare. Buona la cena, buona la compagnia, s'è fatta l'una senza che ce ne accorgessimo quasi, e quindi siamo andati a dormire. L'idea era di dormire un po' di più per dirigerci al Tech-ed per le 10. Neanche a dirlo, mi sono svegliato alle 5.30 e non sono più riuscito ad addormentarmi (saranno mica stati i 6 caffè che ho bevuto ieri?), quindi mi sono cacciato sotto la doccia, mi sono vestito con calma, ho salutato Murzi e sono andato a far colazione.

Ora sono qui seduto già ad un tavolto del Tech-Ed (sono le 8.02) e sta cominciando a salirmi l'abbiocco. Aspettando la prima sessione delle 8.30 credo che andrò a farmi il secondo caffè del giorno... una cocacola non basta!
promemoria: sarà difficile riabituarsi al DISI. Qui ci sono frigoriferi ogni 10 metri dove ci si può servire liberamente di acqua (le bottigliette hanno addirittura l'etichetta del Tech-Ed), gelati vari, bibite in lattina assortite, panini, caffè e pure dolci. L'idea di dover abbandonare questo piccolo "paradiso terrestre", lo confesso, mi fa piangere il cuore.
Right right right, adesso lascio la penna e vado a fare 2 passi per intrattenere gli ultimi 20 minuti che mi restano prima dell'inizio delle corse... e siamo solo a mercoledì mattina! Uao!
HOL DEV 01 - Enterprise Services in Microsoft .NET (both Visual Basic & C# versions are available) (by Anthony Tsim): Veramente carino! Questo si che sono laboratori guidati, altro che al DISI! Bevuto il terzo caffè della giornata alla fine dell'esercitazione.
SEC 325 - About Modern Cryptography & Security in 1 Hour: ElGammal, Rijndael, MD5 & RC4 for All (by Farael Lukawiecki): Un oratore nato, una pronuncia inglese perfetta: peccato solo che abbia tradotto NSA con National Security Administration... However, è stato un ripasso ben fatto" Riferimento classico: "Applied Cryptography" di Bruce Schneier.
SEC 326 - Applying Cryptography & Security for Web Services (by Rafel Lukawiecki): La seconda parte del seminario precedente. Qualche esempio, qualche applicazione, un po' di XML.
ACADEMIC - Microsoft :NET Compact Framework Overview: Una presentazione per accademici, di cui non mi interessava nulla, ma a cui ho dovuto assistere perchè c'era Emanuele Ognissanti. Quarto caffè...
DEV 372 - Crypto .NET (by Matthew Boshop): Riprendo l'argomento crittografia, stavolta "un po' pù sul pratico". il tipo che parla è di un palloso impressionante, e sta dicendo un po' troppe banalità. Non so se resisterò molto a lungo... Lascio che la mia mente corra a pensieri più piacevoli, guardando ogni tanto distrattamente la proiezione. Steganofonia. Devo lavorarci sopra. Non solo 'sto tizio è palloso, ma dice anche cazzate. Alla prossima me ne vado! Uao! Sfondo verde di lucidi PPT e scritte gialle, bianche e viola! E' inutile, me ne vado.
WIN 308 - Migrating UNIX Applications to Microsoft Windows 2000, Windows XP & Windows .NET Server (by Jason Zions): Dopo una pausa dedicata al recupero di ulteriori gadgets e alla lettura della posta, ricominciano i seminari. Per fortuna è l'ultimo della giornata, sono veramente a pezzi. E stasera ci dovrebbe essere un party per gli academic: speriamo di non fare troppo tardi! Ma non divaghiamo... il tipo sta parlando! Quanta pubblicità in questo seminario. Abbandono con Bencio.

giorno precedente  giorno successivo

Commenti (0)



2 luglio 2002
TECH-ED 2002 - GIORNO 2

Ieri ho scritto un po' una radiocronaca della giornata, senza soffermarmi troppo sui particolari... oggi ci siamo alzati alle 6.15... ah, sono in camera con Murzi!
Il breve giro turistico a piedi per Barcelona è stato stupendo: ho anche finalmente trovato (per ora solamente "visto") una scacchiera per 3 persone, completamente in legno. Dovrà essere mia.
Impossibile non menzionare la splendida Cattedrale di Barcelona, puro stile gotico, con nche un mimo vestito da Cristo davanti all'ingresso. Carina anche la chiesa di S. Maria del Mar, completamente spoglia all'interno ma proprio per questo permetteva di ammirare maggiormente l'architettura.
Tornati in albergo mi sono studiato il programma dei "corsi"da seguire il giorno dopo (cioè oramai oggi), in base a cosa mi interessava ed evitando strane sovrapposizioni. Prevedo un piccolo massacro!
Adesso abbandono questa seconda parte di "pseudo diario di viaggio" e, alle 6.52, mi appresto ad andare a far colazione in albergo.

DEV 200 - Microsoft .NET Framework Overview (by Chris Anderson): Semplice, chiaro, interessante: 2 palle?!? Naaa... un buon inizio!
DEV 385 - Understanding & Troubleshooting Process & Thread Activity on Microsoft Windows 2000/XP/.NET Server (by David Solomon): www.solsem.com, www.sysinternals.com. Fico!
SEC 410 - Best Practices for Secure Microsoft ISA Server Configuration (by Joern Wettern): Usare Baseline Security Analyzer per vedere gli aggiornamenti mancanti. ISA Server Internet Security & Acceleration Server. Meno male che questo doveva essere un seminario a livello approfondito (ore 12.16). La gente continua ad alzarsi e ad abandonare la stanza... non è molto bello! Abbandono anche io (12.26).
ACADEMIC - Shared Source CLI (Rotor) (by Rafael Lukawiecki): Microsoft => Miscofort => Mitoscrof => Morcofist => Micofrost => Morsofict => Mortifocs => Motorscif => Ficostorm => Sorciof(tm) => Frocios(tm).
DEV 345 - Comparing Microsoft .NET & Java (by David Chappell): Interessante. Molto interessante.
SEC 315 - Using the Microsoft Security Tool Kit to Mantain Security (by Brian Komar): Begli esempi. Usare Security Tool Kit: QChain Tool. Per il resto abbastanza banale. Nominato di nuovo Baseline Security Analyzer.
SEC 304 - How IIS Authentication & Authorization Works (by Thomas Deml): Finora i seminari sulla sicurezza sono stati una mezza deluzione... vedremo come andrà a finire questo, l'ultimo della giornata. Mah.

giorno precedente  giorno successivo

Commenti (0)



1 luglio 2002
TECH-ED 2002 - GIORNO 1

Bisogna confessarlo: la sveglia alle 4 non è stato uno dei migliori deterrenti per un inizio perfetto di giornata. L'arrivo all'aereoporto di Genova è avvenuto alle 6.40, e puntuali come un orologio svizzero dimenticato in carica una settimana prima, Marco Murzi era già lì, Stefano Bencetti è arrivato subito dopo, Maura Cerioli poco dopo le 7. Dopo aver fatto la solita fila per i biglietti e dopo i soliti disguidi dell'ultim'ora (Bencio aveva i biglietti a nome Maura), ci siamo felicemente imbarcati alla volta di Roma Fiumicino, con Marco da una parte ed i restanti 3 vicini dall'altra. Era un po' che non volavo, ma non ci sono stati grossi problemi. A Roma abbiamo fatto il cambio per Barcelona, e tutto è filato liscio.
All'arrivo c'e' stato il solito inconveniente sui bagagli, nel senso che un signore aveva ritirato il mio e viceversa, ma per fortuna nel giro di 20 minuti era tutto risolto, e potevamo finalmente dirigerci alla volte del Tech-Ed.
Dopo il rapido viaggio in autobus ci siamo registrati facendoci dare lo zainetto dell'occasione e ci siamo diretti in Albergo (4 stelle), dopo di che siamo tornati al Tech-Ed per assistere al discorso iniziale di presentazione. Una marea di gente, ma molte ovvietà. Alle 16 abbiamo abbandonato la postazione ed abbiamo preferito farci un rapido giro per Barcelona piuttosto che stare a sentire un'altra presentazione inutile.
Abbiamo visitato la grande Cattedrale gotica di Barcelona ed i vicoli caretteristici tutti intorno.
Alle 19.30 io e Marco abbiamo salutato i restanti 2 compagni di viaggio e siamo andati all'aperitivo organizzato da Emanuele Ognissanti, il capo Microsoft Italia. Ci siamo restati fino alle 22.30 circa, tempo necessario per bere 5 birre, un paio di cocktails ed un bicchiere di vino, e siamo tornati in albergo, ove sto scrivendo (ore 23.02) queste 4 righe prima di andare a dormire.
Promemoria: al Tech-Ed il vitto è completamente gratis, dalle bottiglie d'acqua, ai panini, alla cocacola, ai gelati, al caffè. Domani faremo scorta per la sera...

giorno successivo

Commenti (0)


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1