Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
26 Gennaio 2001
GIORNATA DELL'ODIO

Il mondo che ti crolla intorno, una giornata che inizia in un nuovo mondo che vorresti non fosse mai esistito, in cui vorresti non essere mai nato. Sentimenti che piangono, stridono, cercano di ribellarsi, ma inutilmente, e allo stesso tempo senza sosta. Emozioni liberate che cercano, pensano, si accalcano, ma fatalmente non riescono a liberarsi. Non essere compresi, essere totalmente fraintesi da coloro che ti sono vicini, non è un bel modo per vivere, assomiglia piuttosto a quella fine del mondo che tanti temono che arrivi e prima o poi arriverà. Quando non si sa. Ma arriverà.
È triste, enormemente triste, svegliarsi la mattina in una realtà diversa, aliena, che ti guarda con occhi diversi. Fa male, enormemente male, scoprire che hai spezzato un legame involontariamente, che hai sulla coscienza la fine di qualcosa. Sapendo che non è giusto, e non sapendo o capendo il vero motivo. Ed è ancora più triste pensare che era già successo, in precedenza. Un'altra persona, un altro tempo, la stessa situazione. È allora che il dubbio comincia a crescere, a salire dentro di te inesorabilmente, senza tregua. Sei tu che sei sbagliato? Sei tu che sbagli tutto? Che cosa hai che non va?
Ti senti come una marionetta trascinata dal vento ed in balia ora di una corrente ed ora di un'altra, e tutte le tue credute certezze cominciano a crollare, una dopo l'altra, mentre tu cerchi di aggrapparti ancora a quell'ultimo specchio, a quell'ultima illusione di salvezza che non esiste. Non esiste. E tutto scivola via.
Anche scrivere poche parole comincia ad essere difficile, pesante, doloroso. Cominci a pensare che non serve a niente, non servirà proprio a niente. Niente. E allora perché impegnarsi tanto, perché cercare di cambiare le cose, quando tutto quello che tocchi, tutto quello con cui vieni in contatto prima o poi si deteriora? È un triste destino quello che ti è toccato, e non vuoi ancora accettarlo. Forse perché farlo equivarrebbe a rinunciare a lottare, a crescere, a vivere. E tu vuoi sentirti ancora vivo, anche se nello stesso tempo vorresti scomparire dalla faccia di quella terra, di quel mondo, di quella nuova realtà.
Troverai Una Via D'Uscita?
L'Indecisione Servirà A Qualcosa?
Qualcuno Vorrà Ascoltarti Mentre Urli?
Qualcuno Vorrà Aiutarti Mentre Piangi?
Che Cosa Succederà Ancora Oggi?
In data venerdì ventisei gennaio duemilauno è nata la giornata dell'odio contro di te. Auguri.

[Commento lasciato da falco il 24 Novembre 2004]
hai visto l'esorcista? sei diventato famoso!
bella la mail, un po malinconica ma ci stà :) peccato essere della nuova leva immagino parecchie risate perse... vabbè se ci sarà un eventuale festa di natale 04 confido verrai ad alzare la media anche tu :D
buon divertimento fuori dall'astronave

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 1, 4, 1 del codice oTun
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1