Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
11 Agosto 2008
E LENTO

Sono in macchina con un'amica. Suona il cellulare, ed incurante del fatto che non si possa telefonare e guidare contemporaneamente come se fosse una mancanza di fiducia nelle qualità di chi è al volante, prendo la linea sotto lo sguardo preoccupato del passeggero a fianco.

CLICK
- Ciao, grande F.
- Ciao Paz.
- Come va?
- Bene. Senti, cosa fai stasera?
- Boh, niente di particolare, non ho ancora nessun programma...
- Senti, ti ricordi di quella ragazza che mi piaceva? Stasera forse riesco a vederla, e c'è anche una sua amica, molto carina.
- Esci con due ragazze insieme? Fortunello!
- No, veramente io pensavo che tu forse...
- Guarda, poi non venire a lamentarti che sei sempre da solo! Capitasse a me...
- Ma guarda che...
- Beh, divertiti, passa una buona serata, e poi mi racconterai nei dettagli!
- Aspetta...
- Ciao eh! Fortunello!
CLICK

Mi giro e vedo i suoi occhi. Sgranati. Un'espressione di stupore mista ad un "non ci voglio credere, non puoi essere così idiota". E lento. Ed è allora che capisco. Ancora adesso, riesco ad immaginarmi la faccia del mio amico, che scuote la testa con gli occhi bassi, mentre osserva il cellulare che gli si spegne lentamente in mano.

[Commento lasciato da Chiara Daino il 14 Agosto 2008, 04.19]
CANDIDA CREATURA!

E ancora e sempre: l'amica sorride!

[Commento lasciato da Pazuzu il 14 Agosto 2008, 11.56]
C'era in Vestfalia, nel castello del signor barone di Thunder-ten- tronckh, un giovane al quale la natura aveva conferito i più miti costumi. Il suo aspetto ne rivelava l'anima. Possedeva un giudizio abbastanza retto, unito a una grande semplicità; per ciò, credo, lo chiamavano Candido...

...tutti gli avvenimenti sono concatenati nel miglior de' mondi possibili, perchè finalmente se voi non foste stato scacciato a pedate da un bel castello per amor di Cunegonda, se voi non foste stato messo all'Inquisizione, se non aveste scorso l'America a piedi, se non aveste dato una stoccata al barone, se non aveste perduto tutti i vostri montoni del buon paese d'Eldorado, voi non mangereste qui dei cedri canditi e de' pistacchi. - Benissimo detto, rispondea Candido, ma intanto bisogna coltivare il giardino.

[Commento lasciato da Pazuzu il 2 Settembre 2008, 16.21]
Che poi, sveliamo tutti gli antefatti. Vado ad arrossire nel buio, in silenzio...

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 2, 1, 3 del codice S4aQ
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1