Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
2 Giugno 2005
FESTIVAL DELLE PERIFERIE I

Alle ore otto e un quarto parte Radio Metrodora. Siamo seduti attorno al tavolo di GenovaTune a ridere e scherzare allegramente tutti insieme, aspettando che la serata abbia inizio. Ci alterniamo al tavolo, mentre alcuni vanno a mangiare, per tenere sotto controllo tutta la birra che gelosamente custodiamo sotto le nostre sedie. Rutti a parte.
Alef ha le braccia incrociate e rutta in sintonia con tutti i presenti. Merita tutto il nostro rispetto. Gianni l’assassino non si è reso conto che esiste un servizio igienico dentro l’edificio principale, e si è appena indirizzato a salutare una palma. È di ritorno. Ha la faccia soddisfatta. Bnegativo è appollaiato sulla ringhiera con una maglietta viola agghiacciante e la faccia scura, proprio mentre Gianni ha fermato un truzzo per fare pubblicità a GenovaTune. Il tipo ha la faccia maffa. Alef mi fa notare una ragazza con la maglietta nera e due enormi occhi splendidi che è appena passata.
Siamo un po’ tutti sconcertati dalle amene musichette che si stanno diffondendo per l’aere. “Sandra, vuoi una spilletta?”. Sembriamo un tavolo di commensali subito dopo una lauta cena. Una tavolata di persone indegne, suggerisce sorridendo Alef. Non possiamo che dargli ragione.
In questo preciso momento, è appena arrivata Vale con un’amica. “Gli Ex-Otago sono antipatici, sono arrivati in ritardo” esordisce Chiara, tra una fotografia e l’altra. Ci ha abbastanza frantumato gli scogli, ma non glielo abbiamo ancora confessato. Lo saprà soltanto quando leggerà queste poche e millantate righe. Gli Ex-Otago stanno facendo un soundcheck da paura. Che suoni orribili. “Un piano più alto... la tastiera più alta, questa qua!”. Plin plin plin plin.
C’è un tipo con i capelli lunghi che sta lasciando la sua prima votazione, “prima che sia completamente ubriaco”, dice. Ottimo. Questi, sono i nostri avventori. Noi siamo il banchetto giusto per loro. Alef sta chiedendo una bottiglia di acqua Panna, e Vale la sta cercando in uno zaino incastrato giusto sotto la prima sedia.
Comincia finalmente ad esserci un po’ di gente, e i volantini si stanno spargendo in giro. Non si sa ancora bene come. Boh. Forse per inerzia. Vado a bermi una birra.

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 4, 4, 3 del codice prXa
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1