Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
23 Luglio 2004
PROSPERO

Siate i benvenuti nel mio maniero. Lasciate che vi accolga a braccia aperte, e che i miei cortigiani vi mostrino la strada per giungere fino a me. Avete vissuto una giornata piena prima di arrivare fin qui, e non potete quindi non lasciare che vi distolgano la mente dalle fatiche quotidiane.
Lasciate, per cortesia, che i versi in prosa e poesia vi assalgano, tra questi bastioni, fino a condurvi a me, alla fine del percorso. Lasciate che le mura di questo forte genovese vi avvolgano con tutta la sua storia ed il suo fascino. Lasciate che i miei cantori e giullari vi allietino l’anima, tra una lacrima e l’altra, tra un passaggio oscuro e una torcia illuminata.
Non ascoltate le anime in pena, assetate di sapere, che ho lasciato fuori dal mio maniero. Non prestate orecchio alle lusinghe degli invidiosi e di coloro che desistono dall’accettare il mio invito. Sarete appagati di quanto vedrete e sentirete, avete la mia parola. Ed io, non mento mai. Chiedetelo a hi mi ha conosciuto, a chi ha già in passato accettato il mio invito, ai nobili di spirito e di cuore. La prosperità è tra queste mura, così come lo era tra i versi teatrali che Edgar Allan Poe provò a decantare in mio onore, e vi riuscì. Perfettamente.
Ora che siete finalmente qui, state iniziando a capire la verità su quello che vi circonda. Non siete davanti ad una semplice rappresentazione teatrale. Non è la parafrasi di una vita sognata o miseramente vissuta. Non state assistendo all’ennesima finzione. Non oggi. Non stasera. Non qui.
Quello che vedete è la mera verità. Quello che sentite è l’innocenza innocentita, il candore immacolato, il più puro piacere impiacentito. Versate le vostre ultime lacrime per la giornata che vi state lasciando alle spalle, perchè questo è il regno della pace e del benessere, del piacere e della gioia. I miei musici di terranno compagnia finchè deciderete di restare con noi. Le mie danzatrici balleranno per voi fino allo svenimento. I miei cantori e poeti verseranno per voi le ultime parole che fuoriescono dalle loro penne, oramai consunte e quasi senza inchiostro.
E adesso, ora che avete avuto un assaggio di tutto quello che vi offro, come farete a tornare alle vostre stanche e normali vite? Come farete a dimenticare quello che avete visto in una calda serata estiva? Come farete a non raccontare tutto ciò alla prima persona che incontrerete, domani mattina? Sempre se sarete tornati alle vostre case, per domani mattina. Perchè non sareste i primi, e di certo non gli ultimi, a decidere di fermarvi qui, tra queste mura, per sempre. Con me.
Che cosa vi rende, quindi, ancora dubbiosi? Io sono qui. La scelta è vostra. Non ve ne pentirete, ve lo posso assicurare.
In fede.

Firmato: la morte rossa.

[Commento lasciato da Mirko il 23 Luglio 2004]
C'ho troppo la sfera di cristallo... lo sapevo che l'avrebbero replicato! Tra l'altro m'hanno detto che gireranno un po' per l'Italia!

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 4, 3, 2 del codice NWfs
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1