Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
22 Gennaio 2003
A ME STESSO...

Ho perso la forza
di sperare in qualcosa
di diverso da lei,
ma ho trovato la gioia
e la speranza di credere
in qualcosa di diverso
da giorni gettati nel mare
di un nulla dimenticato.
Lasciatemi a me stesso,
o muse ispiratrici,
affinché io ritrovi la forza
di credere in me stesso
e compiere quel passo
il cui timore mi stringe il cuore
più di un ferro arroventato,
e affinché io riesca a sostenere
quello sguardo incantato
che ha smosso montagne
da quando ha visto il sole
per la prima volta.
È un riflesso perduto
quel che mi trovo davanti,
un lago di lacrime
pungenti come fiamme
e arroventate come spine.
È un riflesso perduto
che non conosce pace
se non quella sicura
di quegli occhi incantati
nel nulla svaniti.
Ho perso la forza
di sperare in qualcosa
di diverso da lei,
ma ho trovato la gioia
in quegli occhi incantati
e dal nulla tornati.

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 4, 1, 3 del codice 0Bsa
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1