Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
10 Febbraio 2000
AS DIVINE GRACE – SUPREMATURE

Aspettava questo disco come si aspetta un nipote alla fermata dell'autobus quando si è già nonni... con molta apprensione. Il Gatto Fenriz era stato letteralmente rapito dalle composizioni del loro precedente lavoro "Lumo" (datato 1997), e questa era sicuramente la prova del nove per gli As Divine Grace.
Melanconica, triste e oscura, che non a caso spesso ricordava certe canzoni degli indimenticati e indimenticabili The 3rd And The Mortal, la musica si allargava nella sua mente al dolce suono della cantante Hanna Halske, istrionica conduttrice di questa onirica fabbrica di suoni. Le dieci canzoni che componevano il disco non lasciavano immediatamente una traccia dietro di se come avevano fatto nel loro lavoro precedente, ma avevano cominciato a stringersi a spirale, lentamente, attorno al suo animo finché non lo avevano conquistato totalmente. Non era una musica chiara e tonda, era piuttosto una parabola ascendente che puntava al cielo senza attraversare alcuna nuvola.
Non riusciva a scegliere una sola canzone che rappresentasse degnamente il disco, da quanto era stato rapito dai suoni. Riusciva solo a ricordare alcuni scoppi di chitarra, seguiti a ruota da lenti sconvolgimenti sonori che portavano a... cosa?
Avantgarde Metal... se proprio voleva definire in qualche modo quello che sentiva questo era il modo migliore... voleva dire tutto e allo stesso tempo niente... Chitarre ora pesanti ora sognanti, voce un po' triste e un po' calda, senza che mai si capisse quando iniziava una parte e finisse l'altra. E su tutto, la musica di questi 5 finlandesi che riuscivano a capire l'origine delle emozioni stesse e a tramutarla in musica.
Sublime. Ma non per tutti.
Il Gatto Fenriz spense lo stereo e mise via il disco sullo scaffale. Allungò una delle sue zampette pelose e ne afferrò un altro... e la sua paura da nonno alla fermata dell'autobus crebbe nuovamente. Dopo i Sentenced e gli As Divine Grace, lo aspettava ora un altro nipotino...

[Commento lasciato da Aldair74 il 15 Marzo 2004]
Beh un salutino quello che, mi pare di capire, sia un mio collega programmatore visto lo stile C del menu,
però io più che void le funzioni le avrei fatte short int con dei valori di ritorno così da sapere se è tutto ok o se c'è qualche errore,


tipo
#define RES_OK 0
#define RES_ERROR -1


short int tritemio()
{
.......
if(condizione)
return RES_OK;
else
return RES_ERROR
}

Va beh basta, ciao e complimenti

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 2, 4, 4 del codice 0dES
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1