Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
24 Aprile 2003
OMOSESSUALE

Vi hanno mai dato dell’omosessuale? Vi è mai capitato che un ragazzo vi facesse piedino per tutta una sera? Vi siete mai sentiti dire di essere effeminati?
Se la risposta è no a tutte e tre le domande precedenti, non potete capire come mi sento io in questo preciso momento. Depresso, profondamente depresso. Hanno provato a convincermi che non dovrei esserlo, che mi dovrebbe sorvolare tutto al di sopra, come se non fosse mai successo, perché tanto quello conta è quello che provo io, e non quello che credono gli altri. Ed è vero. Vero. E’ giusto. Giustissimo.
Ma non riesco proprio a togliermi di dosso questa sensazione di sporcizia morale che mi sta avvolgendo. Magari domani me ne sarò già dimenticato ma ora, questa sera, in questo preciso momento, mi sento come non sono mai stato prima. E’ un genere di depressione che non avevo mai provato. Mi sono sentito incompreso, dal mondo intero. Anche dagli amici.
Datemi un punto d’appoggio e solleverò il mondo, disse un giorno qualcuno. Datemi un punto d’appoggio affinchè possa piangere, aggiungo io. Come se avessi addosso tutto il peso del mondo intero, o perlomeno le sue convinzioni di una mia omosessualità. Ma dico, scherziamo?
Potevo sorvolare sull’essere considerato innocuo. Potevo sorvolare sul non essere capito quando dicevo che davo priorità ai sentimenti rispetto all’attrazione fisica nella prima fase di un rapporto tra un ragazzo ed una ragazza. Potevo sorvolare anche sull’essere scambiato per una ragazza quando avevo i capelli lunghi. Ma quando è troppo, è troppo. Anzi, è più che troppo. E poi mi ritrovo io stesso a scherzarci sopra, perché tanto so che non è vero niente, perché devo sdrammatizzare e riderci sopra. Una risata mi ucciderà, prima o poi. Ma quelle di stasera sono sorrisi amari. Risate sincere, ma amare.
E la tristezza in fondo rimane. L’amarezza di sottofondo, stasera, si è annidata a fondo nel mio spirito. E speriamo che non aspetti troppo, per uscirne. C’è ancora una ragazza, là fuori, che mi aspetta. Chissà solo se riuscirà a vedermi...

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 3, 1, 1 del codice Udrf
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1