Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
26 Febbraio 2008
NOME

E' inutile resistermi.
Non puoi farcela, non ne hai la forza. Tutto quello che pensi di poter fare, alla fine non farà altro che portarti a me. Puoi rallentare quella che sarà la tua caduta, rendendola ancora più dolorosa ed umiliante nel momento in cui accadrà, ma non puoi evitarla. Non è tra le tue opzioni, tra le tue scelte. Pensavi di esserti liberato di me, quel giorno in cui mi hai voltato le spalle e hai iniziato a camminare da solo, ma come vedi non mi hai mai dimenticato, così come io non ho dimenticato te. Pensavi che avrei rivolto le mie attenzioni a qualcun altro, ma ti sbagliavi. Ti sbagliavi. Io sono sempre qui, per te.
Adesso non cercare di nasconderti. Sembri soltanto ancora più meschino. L'unica cosa che devi fare è accettare la realtà, e affrontare il tuo destino a testa alta. Affronta il tuo fato con la consapevolezza di sapere quello a cui vai incontro, e non come se stesse accadendo per caso, come se non fosse una tua scelta. Sei tu che hai deciso cosa sarebbe accaduto, quel giorno. Hai provato a rinnegare le realtà dei fatti, ma invano. Quindi ora puoi anche smetterla di nasconderti in quella scatola di vetro che sono le tue illusioni. Puoi smetterla di dipingere quelle 4 pareti trasparenti di cui ti sei circondato, con la sola speranza che io non riesca a vedere dentro, che io non riesca a vedere te. Non mi serve osservarti per sapere che ci sei, non ho bisogno di guardarti negli occhi per sapere che stai provando paura. Paura di te, di quello che vuoi, di quello che sai di volere.
E' inutile resistermi.
Puoi raccontare a chi vuoi di aver voluto dire basta per te e per nessun altro, e potrebbero anche crederti. Ma la verità, la nuda e creuda verità, è che sarà nuovamente per te che tornerai indietro. E' per te che hai smesso di farti del male, ma sarà sempre per te che alla fine ci avvolgeremo ancora insieme, l'uno nell'altro, per sempre. Io sono parte di te, quella piccola parte che non ha mai smesso di battere nel tuo fragile ventricolo aorta cuore fegato midollo sangue. Smettila di pensare razionalmente, sai benissimo che non servirà a niente.
Adesso confessa, coraggio. Prova a dire a voce alta che hai passato dei bei momenti, senza di me. Prova a raccontare a qualcuno, senza abbassare lo sguardo, che la tua vita è stata piena da quando hai rinunziato a me. Provaci, dannazione, provaci. Non riesci ad ingannare nemmeno te stesso, figuriamoci qualcuno che ti stia guardando negli occhi, nel più profondo di te stesso, nella tua anima. Tu non sei niente senza di me, e hai osato lo stesso cercare di allontanarmi, convincendoti di stare meglio, convincendoti di essere più forte, convincendomi che non esisto. Ma io ci sono, io esisto, eccome. E sono parte integrante di te, di tutto quello che dici mangi respiri bevi bestemmi tocchi senti ricordi.
E' inutile resistermi.
Adesso è il tuo turno. Sta a te la scelta. Cosa devi fare? Praticamente niente. Devi solo darmi un nome. Accettare quello che ti ho detto finora, e dare un nome alle tue più profonde paure.

Io posso essere la Nicotina. Io posso essere quel tiro di sigaretta che ti manca ogni volta che vedi qualcuno fumare, ogni volta che ti viene chiesto un accendino, ogni volta che intravedi del fumo salire verso l'alto. Io posso essere quel piacere a cui hai rinunciato quasi tre anni fa, per sfida verso te stesso. Accettami. Accendimi. Basta una volta. Una sola. Accendimi.

Io posso essere l'Amore. Io posso essere quel piccolo ed insignificante sentimento che continui a rifiutare per paura di star male, per paura di soffrire, per paura di piangere. Per paura di vivere. Io posso essere quel piccolo ed insignificante germoglio che prima o poi sboccerà comunque in quel terreno arido che tu sei convinto sia il tuo cuore, per cui smettila di renderti arido. Smettila di allontanarti da te stesso. Smettila di pensare di essere forte, perchè non lo sei affatto. Guardami.

Io posso essere la Morte. Sei riuscito in passato a rinunciare al mio caldo abbraccio, in più di una fortunata occasione. Ma prima o poi ci incontreremo di nuovo, e questo penso sia inutile ripetertelo. Lo sai benissimo, tutti lo sanno. La domanda è: saprai accettarmi, quando arriverò? Potrai guardarmi a testa alta, senza provare rimpianti per la tua vita oramai finita? Rispondimi.

Io posso essere la Musica. Posso avvolgerti ancora in un caldo abbraccio di melodie e sinfonie che provengano dalla tua anima, dalle tue mani, da te. Posso accompagnarti lungo il cammino e liberarti da tanti pesi che continui a portarti dietro e dentro, da quel giorno in cui hai rinunciato ad esprimermi. Lasciami uscire ancora. Lasciami trovare una via di fuga, ed insieme danzeremo sul mondo. Liberami.

Io posso essere il Ricordo. Posso essere l'insieme di tutto quello che hai fatto, e che quindi ti ha reso quello che sei. Posso essere tutte le azioni di cui ti vergogni e che non rifaresti, ma che non hanno fatto altro che portarti adesso, oggi, a vivere e vedere il mondo con i tuoi occhi, si proprio quelli. Posso essere tutte quelle esperienze e quelle sensazioni che neanche rammenti, che nemmeno ricordi. Posso essere il tuo passato. Accettami.

Io posso essere la Vita. Posso essere quella mano che ti ha forgiato, maledetto golem d'argilla che continua a camminare per le strade di tutti i giorni. Posso essere quella mano che ha inciso la tua fronte donandoti il soffio dell'esistenza, la possibilità della conoscenza. Smettila di camminare passivamente, e inizia a muovere i tuoi primi passi da uomo libero, golem d'argilla. Sono io che te lo ordino, sono io che te lo chiedo. Credimi.

E' inutile resistermi.
Scegli. In fondo, ti sto chiedendo ben poco. Un nome, una possibilità. Siamo solo io e te. Abbracciami.

[Commento lasciato da Ba il 9 Marzo 2008, 21.36]
Inquietante e bellissimo Paz.. Chissà perchè mi inquieta così, forse perchè alcune tue paure le ho rivissute leggendo.. Lasciatelo dire..sei semplicemente affascinante..
Ah, a parte i deliri e le parole che mi sfuggono invano, ahimè^_^,in realtà mi devo correggere: suoniamo venerdì 18 Aprile, non sabato 19..
Mi raccomando, non tiratemi il pacco!!..E nemmeno pomodori o altre robe..^__^ Baciii! A presto!

[Commento lasciato da Pazuzu il 10 Marzo 2008, 09.07]
Io continuo ad arrossire... e venerdì non so se riuscirò ad esserci, di ritorno dalle valli bergamasche...

[Commento lasciato da Ba il 12 Marzo 2008, 00.20]
Bhè, sei tu che hai un grande potere ipnotico ed affascinante nelle tue parole.. Usalo bene, mi raccomando!! E cerca di venire venerdì dai!, non importa se arrivi tardi, x me è importante! 1bacio grande Paz, e fatti sentire presto!

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 1, 4, 1 del codice eAEg
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1