Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
5 Febbraio 2005
SONO

Sono un chiodo appeso al muro
fermo, immobile e freddo
la cui unica funzione
è sorreggere qualcosa che neanche
conosco.

Sono un riflesso sullo specchio della vita
trasparente, luminoso e fugace
cui nessuno fa caso
nel cammino che conduce
all’assoluzione eterna.

Sono una lacrima di un salice felice
paradosso nella natura mendace
che non mentirà mai
se non ai figli bastardi
di un odio minore.

Sono un frammento di porcellana
sporco, vecchio e dimenticato
relegato in una nera soffitta
dove si ammassa tutto quello
che non si vuole accettare.

Sono un suono portato dalle onde
placide, marmoree e calde
che non consolerà col suo tremito
il pianto di un’anima
per le illusioni perdute.

Sono tutto questo
e molto di meno
sono tutto questo
e poco di più
ma tu che ci credi
in un domani migliore
ricorda di cercare
tra tutti gli steli d’erba secca
il mio nome più vero
perché non lo troverai
sulla montagna più alta del mondo
ma nello sguardo morente
di un bambino suicida.

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 4, 2, 3 del codice 1rn1
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1