Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
11 Marzo 2000
DE ANDRÈ

La sua infanzia era stata segnata da Tre gruppi. Quando ancora era il Micio Fenriz, suo padre lo aveva tirato su a forza di Rondò Veneziano, De Andrè e Inti Illimani. Tutto questo aveva influito tantissimo sulla sua crescita musicale (nonchè sulla sua psiche già non tanto sana).
Ora che era cresciuto, e che poteva vantarsi dell'appellativo Gatto, i suoi sentimenti nei confronti di questi Tre Nomi della sua infanzia non erano mutati. Ed era per questo che ieri sera il Gatto Fenriz si era commosso.
Una serata in Piazza De Ferrari, circa 40.000 persone, i migliori cantanti e cantautori italiani a rendere omaggio a una voce che mancherà. Tante parole sono state sprecate, e ancora tante ne verranno scritte, ma quello che contava realmente era il calore che si respirava ieri sera, tra tutte quelle 40.000 persone in piazza, unite solo da quella voce che aveva cantato poesie vere.
Generazioni a confronto, erano presenti persone che normalmente non avrebbero forse niente in comune, ma che in fondo forse tanto diverse non erano. Una medesima passione, bastava solo questo.
E così erano passati su quello schermo gigante una carrellata di cantanti italiani, a partire da Vasco, passando per Celentano (non credete ai giornali, Lui, il vero Celentano, se ha sbagliato era solo per Emozione...), Battiato, la PFM (stupenda, mitica, unica!), Vanoni, Baccini, Bertè, Ligabue, Jovanotti (o Lorenzo?), Paoli, Zucchero, ecc ecc ecc...
Era forse inutile adesso ricordare ogni singola canzone, ogni singola nota o ogni singola lacrima versata durante la serata, perchè quello che si respirava era veramente l'atmosfera di un vero evento, tanto che alla fine, quando Cristiano De Andrè aveva intonato "creuza de ma", tutta la Piazza si era alzata in piedi, come di fronte ad un inno nazionale, per tributare l'ultimo omaggio a Lui. La colonna sonora della città, così era stata definita.
E il Gatto Fenriz era tornato a casa alle 2 e mezza del mattino, stanco, provato, ma incontrollabilmente e inequivocabilmente felice. Non gli importava che il mattino dopo si sarebbe dovuto alzare alle 6.30. Non gli importava altro. Era soddisfatto.
Piccola riflessione sulla Famigerata Fratellanza Metallica: non esiste. Quella che comunemente viene denominata F.M. non è una prerogativa del metallone, come spesso viene erroneamente creduto. Ieri sera, in mezzo a tutta quella gente, c'era più calore e solidarietà che a 10 concerti metal messi insieme. Generazioni diverse che si scambiavano idee, riflessioni, commenti e anche cornetti alla crema.
Più Fratelli di così...

[Commento lasciato da Pazuzu il 6 Aprile 2004]
Inutilità è una parola da ciechi...

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 4, 2, 1 del codice 1BjR
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1