Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
15 Agosto 2003
ESTATE 2003 - GIORNO 9

Abbiamo faticato un poco ad uscire da Saarbruchen senza prendere l'autostrada, ma alla fine siamo riusciti a imbroccare la strada giusta in direzione Sarreguimmes, in FRancia. Da lì siamo andati verso Haguenau, e lungo la strada abbiamo fatto GPL, ci siamo comprati il pranzo ed è avvenuto il primo "ratto della pannocchia". Sopra Haguenau siamo andati a Schoenenburg ova risiede uno dei più grossi e meglio tenuti forti della Linea Maginot, ma abbiamo scoperto con sommo disappunto che apriva soltanto dalle 14 alle 16. Ci siamo quindi spostati verso la citttadina di Hatten, dove c'era un museo dedicato alla Linea Maginot, ma non solo. Elicotteri da guerra, carri arati vari, modellini di forti, ricostruione del Checkpoint Charlie... era una piccola Legoland in versione bellica, in fondo. Dopo aver visitato anche un forte adibito a museo sempre nel parco di Hatten, siamo tornati verso Schoenenberg ove abbiamo pranzato e aspettato che arrivassero le 14. Io mi sono anche appisolato su di un dolmen commemorativo che era stato eretto lì vicino. Siamo quindi entrati nel forte, che è interamente costruito soto una montagna. Infatti per arrivarci bisogna scendere 135 scalini, e l'intero giro per le varie sezioni è di circa 3 kilometri. Finalmente faceva abbastanza fresco (12 gradi!), e infatti vedevamo sfrecciare di fianco a noi gruppi di persone in pantaloncini corti e maglietta che volevano farsi tutto il giro ma stavano letteralmente morendo di freddo. È stato istruttivo e divertente, e siamo usciti da lì alle 15.30 circa. Siamo quindi andati alla ricerca di alcuni cannoni che erano manovrati all'interno del forte e avevano le uscite a un kilometro circa dall'ingresso. Secondo "ratto della pannocchia".
Ci siamo quindi messi in moto verso il sud della Francia, perchè verso la sera del giorno dopo o al più tardi il 16 avremmo dovuto incontrare Mauro e la Francesina. Ci siamo quindi diretti verso Strasbourg, da lì a Mulhouse e poi, lungo la strada per Besancon, siamo usciti a Baume Les Dames per cercarci un albergo per la nottata. Dopo aver girato un poco (oramai è Mirko l'addetto alle pubbliche relazioni con gli albergatori, dall'alto del suo ottimo francese) abbiamo trovato un ottimo due stelle con tanto di proprietario di Oristano e moglie francesina che sono stati cordialissimi. Qui abbiamo quindi cenato e siamo andati a dormire alle 21 circa. Finalmente dei letti senza i sacchi fuffa, e con dei cuscini veri!

Sveglia come da programma oramai, anche se dopo averla sentita suonare sono rimasto a letto per una decina di minuti. Mirko come al solito in queso momento è sotto la doccia, e io ora andrò a mettere un po' a posto i bagagli che, non capisco perchè, quest'anno invece di aumentare di volume sembrano diminuire. Misteri delle leggi dei viaggi!

giorno precedente  giorno successivo

Share/Save/Bookmark




Lascia un commento:
Nome:  Per favore, scrivi i caratteri 2, 4, 4 del codice GZLJ
Email/web:  [facoltativo] Codice: 
Commento: 


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3, 4
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1