Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
Marzo 2014

24 marzo 2014
DEL PERCHÉ A ME IL LOGO DI GENOVA PIACE

Sarà che è domenica mattina. Sarà che il cielo grigio incombe, come un drappo rosso di fronte ad un toro. Sarà che mi sono anche rotto il cazzo.

Il nuovo logo di Genova ai genovesi non piace. E se ne lamentano. Ma quando mai un genovese è mai stato contento di qualcosa? Il mugugno è la prima cosa che riesce a fare. E la fa con naturalezza. E ci riesce benissimo.

Il logo è troppo semplice.
È tagliato.
È banale.
È riciclato.
È rosso.
Non va.
Non funziona.
Non serve.

E allora, lamentarsi è facile, facilissimo, e tutti diventano esperti di marketing e comunicazione. Tutti si sentono in dovere di dire qualcosa, di cercare la battuta, di essere il più sagace, di distruggere.
Sì, distruggere.
Infatti il mugugno genovese non è altro che un modo di creare distruggendo qualcos'altro, invece che costruendo. È critica distruttiva, non costruttiva. E allora non si può non notare che, tra i primi 20 classificati del bando per la selezione del nuovo logo di Genova, soltanto 5 proposte provenissero da Genova. E tra i primi 20 classificati ci sono anche degli ex equo. Ed il vincitore è di Savona. Ed il secondo di Vienna. Ed il terzo di Caserta. Ed il quarto di Roma. Ed il quinto di Milano. Devo continuare?

No, smetto.

Smetto perché in queste ore sono talmente nauseato da tutto questo cercare di affondare il nuovo logo, che a me inizia a piacere. E questo perché sembra che l'unico modo di comunicare, oggi, sia quello di farlo distruggendo idee altrui.
Sentendosi più intelligenti.
Più furbi.
Più scaltri.
E mugugnando.
Sempre.

EBBASTA.

Commenti (0)



19 marzo 2014
LA GENTILEZZA ANZITUTTO

SCENA 1
- Dove sono le custodie?
- Prego?
- Le custodie! Dove sono?
- Custodie?
- Astucci, custodie, quei cosi gommosi!
- Mi perdoni, ma di cosa?
- Di questo orologio qui!
- Non saprei. Provi nel reparto elettronica. Qui vendono il pane.
- Ma lei non lavora qui?
- Eh, no.

SCENA 2
- Scamorza fresca!
- Scusi?
- A lei piace la scamorza affumicata?
- Non ricordo di averla mai mangiata...
- Qui c'è dell'ottima scamorza calabra!
- Me la consiglia?
- Non saprei, non l'ho assaggiata.
- Ma se la vende, sarà buona, no?
- Non lo so, io mi metto qui per fermare tutti quelli che comprano la birra.
- Ah.

SCENA 3
- Dolce signora, scusi...
- Sì?
- Che cosa sta facendo?
- Sto andando a pagare!
- Ma mi è appena passata davanti in coda...
- Lei ha il carrello!
- Sì, ma...
- Vada nella fila per i carrelli!
- Gentile signora, questa - è - la fila per i carrelli...
- Oh.

Commenti (0)


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1