Twitter
LinkedIn
Google+
YouTube
Facebook
Daniele Assereto
Daniele
Assereto


 
Marzo 2002

2 marzo 2002
ASINO

Spezza un ago di pino per me
o mia damigella
e intingilo nelle tue lacrime amare
sature di convinzioni
forgiate sul fuoco fatuo
di un cimitero inesistente.

Spezza una nuvola di pensieri
o mia amica
e rincorri le tue sensazioni
senza lasciare che il vento
ti porti con sé
in quel mondo fatato
che i poeti rincorrono
quando si spengono le stelle.

Spezza il silenzio gravoso
che incombe si di te
e lascia che sia
quel che deve essere
e lascia che accada
quel che deve accadere
perché anche solo un minuto bruciato
è un minuto perduto
e non tornerà da te
domani, sempre, mai,
se non cambierai.

Commenti (1)


ULTIMI COMMENTI

05/08: My BEST 10 ALBUMS
05/08: My BEST 10 ALBUMS
13/07: Ipse dixit
13/07: Cipolla
13/07: Ezio e le Scorie Lese
13/07: Cipolla
13/07: Cipolla
24/01: Cipolla
24/01: Cipolla
30/05: Ciambelle
30/05: Ciambelle
14/03: Ipse dixit
19/01: Steganografia Metallorum
03/01: Professioni
03/01: Professioni
27/11: PENDULUM
24/11: Professioni
19/07: Nevermore
19/07: Nevermore
30/12: Math

DOWNLOAD ZIP

Antro del Fato: 1, 2, 3, 4
Control Denied: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Control Denied 2: 1, 2, 3
Imagine 7D: 1, 2, 3
Le sole 24 Ore: 1
Lupus: 1